fbpx

Sindrome da burnout: 15 consigli per prevenirla

come-prevenire-la-sindrome-da-burnout

INDICE

L'eccessivo stress da lavoro può sfociare nella sindrome da burnout.
Scopri diversi metodi per prevenire l'esaurimento emotivo professionale e impara a trovare soluzioni efficaci.

Le cause dell’esaurimento nervoso professionale (più comunemente chiamato burnout o sindrome da burnout) possono essere di tipo soggettivo, emotive e relazionali, ma anche di tipo oggettivo, con riferimento all’ambiente di lavoro e al livello di benessere organizzativo.

Innanzitutto premettiamo che i sintomi possono essere fisici, mentali e comportamentali, e correlati allo stress che viviamo, ma spesso vengono sottovalutati poichè questi diventano cronici e considerati “per abitudine” come un’aspetto normale del lavoro, prima che diventino troppo invalidanti.

Prima di vedere come prevenirlo, vediamo insieme come riconoscere i campanelli d’allarme di questa condizione.

PREVENIRE LA SINDROME DA BURNOUT: ASCOLTARE I SEGNALI DEL CORPO

Tutti i segnali di stress aprono la strada al burnout, poiché esso è la fase finale dello stress cronico. Infatti, se non presti attenzione ai segnali che portano al burnout, puoi solo essere in grado di adattarti allo stress fino a quando le tue risorse non saranno totalmente esaurite. Dopo mesi e mesi di stress cronico, il tuo corpo sarà inondato da dosi massicce di adrenalina e cortisolo che sopprimeranno le tue difese immunitarie, facendoti rimanere a corto di energie.

LE FASI DELLA SINDROME DA BURNOUT

In breve, le fasi di avvicinamento alla sindrome da burnout sono 3:

  • Prima, esaurimento nervoso ed emotivo con sensazione di impotenza;

  • In seguito, atteggiamenti distaccati, cinici o aggressivi;

  • Infine, apatia cronica o depressione con sensazione rancorosa.

Innanzitutto diciamo che è fondamentale essere consapevoli quando stiamo vivendo un periodo in cui affrontiamo sfide difficili e quindi molto stressante, oppure quando ci vengono avanzate richieste importanti e siamo sotto pressione. Inoltre è determinante osservare come il corpo reagisce e quali segnali ci dà: ricorda che il nostro corpo non mente mai.

COSA FARE PER PREVENIRE

L’esaurimento nervoso professionale e la sindrome da burnout dovrebbero essere affrontati ad un primo livello con la prevenzione.

Contemporaneamente, nelle nostre giornate è importante anche riconoscere le emozioni che ci ostacolano nelle relazioni o che creano conflitti che portano stress. Inoltre, se ci sentiamo sopraffatti dall’ansia e dalle tensioni, bisogna provare a comunicarle e condividerle con le persone a noi vicine e care, e se tutto ciò risulta difficile è opportuno chiedere un supporto a un coach, che ti può aiutare e supportare in un percorso per ritrovare benessere.

Inoltre, se sei un imprenditore, è fondamentale imparare quelle tecniche che ti permettono di tenere sotto controllo o eliminare lo stress da lavoro.

GLI ALLEATI PER LA PREVENZIONE

In sostanza, per poter prevenire la sindrome da burnout è necessario:

  • dormire a sufficienza, per recuperare e avere energie a sufficienza durante la giornata;

  • avere uno stile di vita equilibrato rispetto a ritmi, nutrizione, allenamento, tempo per te stesso;

  • fare regolarmente esercizio fisico;

  • definire le priorità e i confini, così da focalizzare le risorse ed energie verso le attività che ci portano maggior riscontro;

  • auto-regolarsi con mail e smartphone, dandosi una regola chiara e precisa da rispettare, in determinati momenti del giorno;

  • stabilire limiti chiari rispetto agli orari di lavoro, che costituiscono i confini del tuo benessere e della tua vita privata;

  • avere un vita sociale di qualità, per staccare la spina e condividere, per evitare di sentirti sopraffatto;

  • leggi e informati (I migliori libri per gestire, combattere e vincere lo stress)
  • organizzare bene il proprio lavoro, per evitare perdite e sprechi di tempo, imprevisti, disorganizzazione, stress nocivo;

  • delegare;

  • imparare a dire di no;

  • lavorare per obiettivi ben definiti e con piani d’azione dettagliati, per aumentare la probabilità di ottenere risultati;

  • avere tempo libero, coltivare hobbies al di fuori dal lavoro per dissociarsi dall’attività lavorativa e scaricare lo stress accumulato, conciliare lavoro e famiglia;

  • smart working, per ridurre spostamenti, guadagnare tempo, svolgere la propria attività in uno spazio tranquillo, più accomodante;

  • dedicati e lotta per una causa extra-lavorativa a cui tieni in modo particolare, far del bene fa bene.

Dopo aver guardato la lista prova a pensare alle tue giornate: quante di queste sono cose che fai già?

Se vuoi mettere in pratica questi consigli ricorda che devi partire da una mentalità focalizzata sul tuo benessere personale, provando poi a cambiare man mano senza fare cambiamenti drastici e senza voler mettere subito tutto in pratica e vivendola come una gara troppo dura.

Impara come riprendere il comando del tuo tempo, grazie al Coaching

6 suggerimenti per evitare il burnout

Infine, bisogna fare una precisazione: prevenire la sindrome da burnout dovrebbe essere un’interesse per tutta l’azienda e non deve essere assolutamente sottovalutata.

Infatti superare ed evitare che un lavoratore cada nella sindrome da Burnout conviene a qualsiasi organizzazione e proprio a tutti: al diretto interessato, al datore di lavoro, ai colleghi e alla famiglia.

In generale la prevenzione richiede attenzione ai segnali, consapevolezza dell’importanza delle tecniche di gestione dello stress, identificazione dei principali stressor, che di solito (ma non sempre) sono: eccessivo lavoro senza recupero, perfezionismo, incapacità a dire di no, scarsa abilità di gestione del proprio tempo.

Quindi per riuscire a combattere l’esaurimento nervoso professionale è necessario prendersi cura di sé, grazie ad uno stile di vita regolare ed equilibrato, esercizio fisico costante, una nutrizione corretta e relazioni interpersonali gratificanti. Sono assolutamente da evitare i rimedi veloci quali alcol, fumo, droghe di ogni tipo, perché sfociano nelle dipendenze e portano a circoli viziosi pericolosi.

FONTI E LETTERATURA SCIENTIFICA

  • Burnout prevention: A review of intervention programs

  • Prevention of burnout: New perspectives

  • Burnout prevention through personal growth.

  • Yoga for Self-Care and Burnout Prevention Among Nurses

SPUNTI DI RIFLESSIONE 

Qual è il tuo livello di stress?

Come è la qualità del tuo sonno?

Generalmente come definisci le priorità?

Buon lavoro e buona vita!

 

E tu? Quanto sei stressato? Scoprilo andando alla sezione Stress Test

Se senti di aver bisogno di un sostegno, scopri i miei servizi di coaching per prevenire il Burnout.

Inoltre se hai consigli o suggerimenti per migliorare ancora di più il valore dei contenuti che questo Blog dona ai lettori, scrivimi: sarò ben felice di leggere il tuo feedback.

Questo articolo sulla prevenzione della sindrome da burnout ti è piaciuto e vuoi approfondire altri argomenti? scrivimi a info@stresscoach.it o sulla mia pagina Facebook. Per me sarà un piacere approfondire gli argomenti che ti possono aiutare ad essere più produttivo e ridurre il tuo stress.

La scrittura di questo articolo ha richiesto un lavoro di molte ore, se ritieni che possa essere utile a qualcuno condividilo sui tuoi canali social.

I MIGLIORI LIBRI SULLA GESTIONE DELLO STRESS

Digita sull’immagine per maggiori informazioni, dettagli e recensioni.

Categorie
Gli articoli più letti

Informazioni sull' autore

Matteo Rocca

Matteo Rocca

Stress Management Coach | Health Coach | Life Coach

Ciao, sono Matteo Rocca, Mental Coach con circa 25 anni di esperienza.

Sono associato ICF International Coach Federation, la più grande associazione di Coach al mondo, con credenziale ACC (Accredited Certified Coach). Sono laureato in Economia e Commercio e in Scienze Motorie, e sono Personal Trainer FIF.

Da sempre appassionato di gestione dello stress e di crescita personale, ora aiuto le persone ad eliminare lo stress mentale grazie a nuove tecniche, metodologie (con solide basi scientifiche). Per chi desidera organizzo percorsi di coaching personalizzati per combattere lo stress, gestire la rabbia ed equilibrare vita e lavoro.